Gli stregoni e gli apprendisti.

Pubblicato: 7 luglio 2012 in Sprechi energetici
Tag:,

In queste settimane ci stiamo dedicando principalmente alla raccolta di adesioni al Gruppo di Acquisto Solidale e all’aiuto immediato alle famiglie che aderiscono e che risiedono nella provincia di Reggio Calabria, in attesa che altre province raggiungano un numero sufficiente di aderenti così da giustificare i costi per la trasferta.

Ne abbiam viste veramente di tutti i colori e tutte hanno lo stesso comune denominatore lo spreco di energia. Una connessione elettrica realizzata in modo approssimativo, si deteriora nel tempo così si alimentano i falsi contatti, i contati incerti e, talvolta, le dispersioni a massa.

Immagine 

Le giunzioni degli impianti elettrici casalinghi si trovano il più delle volte in alto, il luogo più caldo ed umido della casa, l’ambiente ideale per far sviluppare i ossidi che fanno “arruginire” i vostri cavi.

Abbiamo incontrato spesso cavi che, pur essendo alloggiati nei morsetti a vite (così come dettato dalle norme CEI), presentavano imbrunimento oppure il verde tipico dell’ossidazione, questo perché l’ossigeno contenuto nell’aria che respiriamo è a contatto con il rame nudo.

Nella foto potete vedere una presa a muro di una cucina dove abbiamo recentemente disinfestato, anche le viti si erano arruginite.

Immagine

In questa immagine potete vedere l’interno di una presa multipla, la famigerata ciabatta, osservate bene quelle linguette, vedete quanto sono divaricate?

Bene questa deformazione permanente, è causata da due fattori tempo e calore, se le linguette non si toccano più è perché sono state per troppo tempo divaricate ma soprattutto perché si sono riscaldate molto.

In questa ciabatta erano connessi un forno, una macchina del caffè espresso ed il ferro da stiro con caldaia, è inutile dire che nonostante i nostri sforzi qui hanno vinto i parassiti. La presa al muro va sostituita e la ciabatta rimpiazzata con una cassetta stagna dove tutti e tre gli elettrodomestici sono collegati all’alimentazione mediante una saldatura. Alla fine vinceremo noi 😀

In questa settimana abbiamo perfezionato un pò la tecnica del sopralluogo e dalle prossime volte oltre all’analisi faremo anche la disinfestazione, in modo da risparmiare sui costi di viaggio.

Immagine

Questo è il rapporto del nostro ultimo intervento, l’impianto era stato realizzato da soli due anni, ma nonostante la giovane età ha evidenziato degli sprechi notevoli.

La riduzione dei consumi stimata dovrebbe essere superiore ai 600 kWh all’anno, considerando anche l’eliminazione dello stand.by.

Grazie a tutte le Famiglie che ci sostengono e ci permettono di aiutarle.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...