Archivio per aprile, 2013




Ieri ho modificato l’impianto cercando di migliorare il suo lato estetico, oltre che funzionale. Pressioni dall’alto (mia moglie), mi hanno per così dire spinto, a fare una modifica radicale.

image

Come potete vedere sul muro, alle spalle dei vasi é tutto un groviglio di tubi che, ad onor del vero, erano un po’ brutti da vedere.

image

Adesso la situazione é cambiata abbastanza radicalmente, ho collegato tutti gli scarichi dei vasi su un unico tubo.
In questo modo ho conseguito due risultati importanti:
1. L’impianto ha un’estetica più gradevole;
2. Il riempimento dei vasi é più lento, in questo modo prevengo i marciumi radicali, aumento l’ossigenazione delle radici, favorisco l’azione dei batteri e gli scarichi sono tutti sincronizzati (meno rumore).

Direte voi: i lieviti?

Ecco i nostri nuovi componenti del team acquaponica si trovano in un recipiente, collegato all’arearore ad effetto venturi.
image

In pratica i lieviti trasformano lo zucchero in anidride carbonica.
L’anidride carbonica viene aspirata da dall’areatore venturi e miscelata con l’acqua.
image

In questo modo si produce acido carbonico che riduce il ph dell’acqua.
L’anidride carbonica giova anche alle piante per la fotosintesi.



Pasquale ed io stiamo lavorando da febbraio alla costruzione di un mega impianto di acquaponica, che inizialmente coprirà una superficie di 60 metri quadri e che poi con il tempo e magari anche con il vostro aiuto e sostegno arriverà a coprire una superficie di qualche ettaro.

image

Ha scavato 6 letti di crescita per le piante da 10 metri ciascuno. Tutti e sei scaricheranno la loro acqua depurata all’interno di una vasca da circa 30.000 litri di capacità.

image

In questa vasca un migliaio di pesci produrranno il nutrimento necessario a produrre 3.000 kg di cibo iper-biologico ogni  anno.

image

Questo suolo é inadatto alla pratica agricola a causa della sua composizione: argilla e pietre. Per questo motivo io e Pasquale abbiamo deciso di renderlo produttivo con l’acquaponica.

Per chi di voi é interessato questo progetto può farne parte con un microfinanziamento o investendo il proprio tempo e le proprie risorse.

Scrivetemi possiamo anche organizzare una vacanza lavoro, cioè scambiamo lavoro per vitto, alloggio e genuina ospitalità Calabrese. L’indirizzo é costruttori.rinnovabili@gmail.com









24 di luce

Pubblicato: 20 aprile 2013 in Acquaponica
Tag:,

Di giorno:

image

image

image

image

Di notte:

image

image

image

image

Oggi ho montato le lampade a led per le piante, emettono una luce blu e rossa, quella preferita dalle piante. Adesso le piantine potranno vegetare per 24 ore ininterrottamente. Vediamo come si sviluppano. Io sono già abituato a dei ritmi piuttosto rapidi, adesso questa miglioria dovrebbe almeno raddoppiare la velocità. In alto nella barra di menù c’é un pulsante “Donazioni”, se ti piace quello che sto facendo aiutami finanziando questa ricerca.



Dopo le pressanti e giustificate richieste di mia moglie, mi sono inventato delle marmittoponiche per ridurre ad un sibilo piacevole, il suono degli scarichi dei letti di crescita. I germogli stanno diventando delle piantine e quasi tutti i semi stanno sviluppandosi in germogli. Ho trovato dei parassiti sulla menta che sto trattando con acqua e peperoncino piccante di Soverato, che così piccante che la menta ha iniziato a mangiarsi i parassiti. Ho aggiunto una piantina di fragole che sembra gradire il nuovo ambiente. L’aglio cresce a vista d’occhio, confermando il trend già osservato in un altro contesto simile.